Home |Origini Rassegna Stampa |Argomento | Iniziative | Archivio | Abbonamenti | Leggi | Contatti

 

Relazione Consuntiva
AISA 2002 SPOLETO 6-8 OTRTOBRE

Congresso Internazionale
sull’Atassia

e
Simposio Satellite
EuroATAXIA 2002


INDICE


                        – Premessa

                        – Patrocini e Partners

                        – Aspetti Medico Scientifici

                        – EuroATAXIA

                        – La Comunicazione

                        – Testimonials ed Eventi Collegati

                        – AISA 2002 in cifre

 

1 – Premessa

Nel 2001 abbiamo acceso i motori della macchina organizzativa della nostra associazione e fatto qualche giro di prova ma, nel 2002 siamo andati veramente ad una ottima velocità e ……… l’anno non è ancora terminato! Abbiamo superato con successo il Ventennale dalla Fondazione (l’AISA è nata il 23 giugno 1982) celebrato con una effervescente Giornata Mondiale della Atassia e coronato dal Congresso Euro Ataxia 2002 e dal Primo Congresso Internazionale sull’Atassia svolti in contemporanea a Spoleto.

Spoleto è stato un vero banco di prova per le potenzialità organizzative della associazione. La nostra avventura dell’anno 2002 è iniziata a Malmo - Svezia nel settembre 2000, quando ci siamo proposti come nazione ospitante del congresso annuale EuroATAXIA 2002; la candidatura venne accettata ed iniziò la valutazione delle opportunità e delle difficoltà organizzative. Le opportunità individuate immediatamente furono: sfruttamento dell’evento Euroataxia per lanciare un Convegno satellite di neuro-genetica a carattere nazionale con l’intervento di alcuni ricercatori aderenti alla stessa Euroataxia. Tale convegno scientifico di dimensioni contenute si è trasformato nel corso di questi 2 anni, nel Primo Congresso Internazionale di Neuro Genetica e Riabilitazione sulle Atassie denominato AISA 2002, il numero dei ricercatori è lievitato da 50 a fine 2000 a 120 a fine 2001, arrivando a ben 270 all’apertura dei lavori. Parallelamente il congresso Euroataxia ha subito un incremento di adesioni ed il numero di partecipanti è passato da 60 a 250. Chiunque può immaginare cosa rappresenta in termini organizzativi realizzare una iniziativa che coinvolge per tre – quattro giorni 520 persone con ogni tipo di esigenze (30 disabili non deambulanti ed innumerevoli con serie difficoltà motorie). La sede congressuale a settembre 2001 è stata spostata da Roma a Spoleto, contando sulla collaborazione della amministrazione comunale, sul sostegno di partner locali, sulla maggiore visibilità della iniziativa in un ambiente meno dispersivo di Roma, sul fascino della città (nota in tutto il mondo per le attività culturali, le tradizioni spirituali e le bellezze naturali) sul risparmio possibile del costo dei servizi alberghieri e di ristorazione. I benefici su elencati si accompagnavano però a problemi sul trasferimento dagli aeroporti di Roma e Perugia, all’assenza di treni accessibili ai disabili sulla tratta interessata, alla ricettività alberghiera per i disabili. Tutto questo ha comportato almeno 3 modifiche di struttura organizzativa nel corso dei primi 6 mesi del 2002, adeguandola alle proiezioni in continuo aumento sul numero dei partecipanti. Ovviamente sono almeno quadruplicate anche le spese preventivate e conseguentemente l’impegno per il reperimento dei fondi necessari. Con giustificata soddisfazione abbiamo raggiunto e superato tutti gli obiettivi, sociali, scientifici, promozionali, realizzando una iniziativa stimata oltre

300.000 euro e chiudendo i conti con le riserve di cassa maggiori di quelle con cui abbiamo iniziato oltre a nuove attrezzature informatiche e multimediali nel nostro parco macchine da ufficio.

 

2 – Patrocini e Partners

Patrocini

Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Presidenza del Consiglio dei Ministri Senato della Repubblica Camera dei Deputati Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero della Salute Rappresentanza per l’Italia della Commissione Europea Regione Lazio Regione dell’Umbria Provincia di Perugia Provincia di Roma Provincia di Catania Comune di Roma Comune di Spoleto Arma dei Carabinieri Società Italiana di Neurologia Unione Giornalisti Italiani Scientifici Associazione Generale Cooperative Italiane - Solidarietà Associazione Europea Operatori Polizia Assindustria Perugia

Partners

Contattati direttamente dalla sede operativa nazionale, esclusi i contatti regionali:

290 partners potenziali

34 partners acquisiti

 

3 – Aspetti Medico Scientifici

Aspetti generali

Ideando il Congresso medico scientifico ci eravamo posti degli obiettivi generali quali:

A -Mettere a confronto i migliori ricercatori del settore per stimolare o rafforzare il dialogo e la interattività tra i gruppi di ricerca.

B -Sensibilizzare e promuovere la collaborazione dei singoli ricercatori nella realizzazione del Registro Nazionale dei Pazienti Atassici.

C -Porre l’AISA come punto di riferimento per studi multicentrici

E -Attivare nuovi centri di orientamento in ospedali ed università che potessero seguire i nostri pazienti nelle proprie regioni e/o province di residenza

F -Gettare le basi per arrivare nel prossimo triennio a realizzare un progetto per la successiva creazione di un primo centro di eccellenza sulle Atassie, sollecitando le amministrazioni pubbliche a porre l’attenzione sulle Atassie

Bene ad un solo mese dalla conclusione dei lavori il bilancio è talmente positivo che ci induce alla cautela, infatti abbiamo avuto:

A -Un numero 4 volte superiore di ricercatori a confronto con la creazione

o il rafforzamento di numerose sinergie tra i gruppi di lavoro, molti stanno già  sollecitando una cadenza biennale di congressi analoghi a quello svolto e la realizzazione di Simposi sulla riabilitazione ridotti come numero di partecipanti, anch’essi biennali. E’ significativo, per capire da laici l’altissimo profilo scientifico ottenuto, il commento del responsabile del Centro Congressi: “Impressionante vedere la sala congressuale costantemente piena per tre giorni dalle 9,00 alle 18,00”

B -La realizzazione del Registro ha avuto una ottima accelerazione ed i dati in arrivo iniziano ad essere significativi

C -Il Congresso ha ottenuto ben 12 punti di Credito Formativo dal Ministero della Salute e molti ricercatori stanno già chiedendo di collaborare attivamente con AISA anche con studi multicentrici.

E -Diverse strutture ospedaliere ed università hanno chiesto di attivare un Protocollo di Intesa con AISA per pianificare delle attività ambulatoriali multi disciplinari per pazienti affetti da Atassia F -Oltre ogni immaginabile aspettativa, è in via di definizione, e speriamo di concreta attuazione, la delibera da parte di tre amministrazioni comunali del centro Italia, per la concessione di:

-un terreno di circa 30.000 metri quadri per la realizzazione del Primo Centro di Eccellenza per la Riabilitazione dalle Atassie e di Formazione dei Terapisti nonché di una Casa Famiglia per i pazienti.

-un complesso turistico, da ristrutturare, per la realizzazione di una struttura ricettiva completamente agibile con tutte le camere attrezzate per disabili e non, completa di spazi ludico ricreativi, sportivi e naturalistici anch’essi completamente fruibili da persone con ridotte o nulle capacità motorie.

-una area fronte lago, circa 10.000 metri quadri da adeguare con abbattimento delle barriere architettoniche, per svolgere pienamente le attività di AISA Sport.

Pensavamo di iniziare il prossimo anno a valutare solo la prima delle tre operazioni suddette, invece, come frutto del lavoro svolto nella realizzazione del Congresso siamo felicemente sottoposti ad una enorme accelerazione della progettazione scientifica, sociale, architettonica e principalmente finanziaria, spronati dalle promesse dei comuni ed anche dall’attenzione, che occorre mantenere viva, di Organi dello Stato e di soggetti privati.

 

Relazione scientifica – a cura del Dr. Carlo Casali

Il convegno AISA 2002 ha riunito un gran numero di studiosi italiani e stranieri impegnati nel campo delle atassie ereditarie, allo scopo di promuoverne la conoscenza fra i clinici neurologi operanti nel territorio nazionale. La possibilità di riunire i maggiori esperti in una serie di tavole rotonde ha permesso inoltre di stimolare il dibattito sugli aspetti più rilevanti della ricerca nel campo. Tra gli aspetti più rilevanti emersi da convegno:

1                   La giornata dedicata alla atassia di Friedreich, la forma più frequente di atassia ereditaria, nella quale sono stati presentati e discussi in dettaglio gli aspetti genetici e fisiopatologici della malattia. In particolare sono stati presentati nuovi modelli cellulari e animali della malattia (Taroni, Cocozza e Koenig), essenziali per la delucidazione dei meccanismi patogenetici di danno cellulare. Sono inoltre stati presentati i risultati preliminari di protocolli di trattamento con idebenone (Taylor, Wilson), farmaco utilizzato attualmente nella atassia di Friedreich, introdotto nella terapia in seguito alla chiarificazione iniziale dei meccanismi patogenetici della malattia.

2                   La giornata dedicata alle forme dominanti di atassia, nel corso della quale sono stati affrontati problemi epidemiologici (frequenza in Italia delle diverse forme di SCA), presentati nuovi tipi di malattia (SCA12, SCA17,ecc) (DiDonato, Orsi) e affrontati i meccanismi patogenetici della malattie da espansione di triplette su modelli cellulari e animali (Cattaneo, Pulst), indispensabili per la introduzione di terapie efficaci.

3                   Il tema del coinvolgimento delle funzioni cognitive nei disordini cerebellari. Tale affascinante problema è stato esaurientemente affrontato nella lettura del Dr. Schmahmann e successivamente ripreso nel corso della tavola rotonda dedicata alla riabilitazione. Esso rappresenta una vera e propria novità per i clinici, abituati a considerare l’atassia come un disturbo esclusivamente motorio. La consapevolezza del coinvolgimento del cervelletto in apsetti particolari dei processi cognitivi renderà necessario approntare strumenti di indagine specifica e anche strategie riabilitative e di sostegno sociale che tengano conto di tali difetti e siano alemno in parte mirate alla loro correzione (Molinari, Brunt, Grasso).

4                   La tavola rotonda sulla epidemiologia delle sindromi atassiche ha registrato un notevole interesse fra i clinici presenti, spesso poco informati sulla reale consistenza della popolazione di soggetti con atassia nel loro terriotorio. Da essa è infine emersa la necessità di proseguire il lavoro già iniziato per la creazione di un registro nazionale per le sindromi atassiche, strumento indispensabile per la pianificazione futura degli interventi a favore dei pazienti, per le campagne di educazione ecc. (Orsi)

                        5. Durante la tavola rotonda sulla diagnosi è stata puntualizzata la necessità di giungere ad un protocollo uniforme (metodiche molecolari, criteri di verifica di qualità ecc) che garantisca

                        l’accuratezza delle diagnosi su tutto il territorio nazionale, prerequisito per il diritto alla diagnosi.

5                   Nella tavola rotonda dedicata alla terapia sono stati affrontati i problemi realtivi soprattutto all’impiego di farmaci per lo stress ossidativo nella malattia di Friedreich. Idebenone e coenzima Q, vitamina E ecc. sono tutti impiegati in modo più o meno individuale nei pazienti.

6                   La tavola rotonda sulla riabilitazione, dove si sono confrontati i vari metodi utilizzati in realtà diverse (Grasso, Piccoli, Brunt) nel trattamento delle sindromi atassiche. La mancanza di conoscenze soddisfacenti sui meccanismi fisiopatogici operanti nelle sindromi cerebellari rappresenta l’ostacolo principale allo sviluppo di strategie rianbilitative fondate su presupposti scientifici. Il dibattito che si è sviluppato è stato centrato sulla opportunità di giungere alla individuazione di un protocollo comune fra i vari centri interessati e anche di far partire dei protocolli di ricerca specifici che a partire da modelli fisiopatologici verifichino l’effettiva modificazione dei sintomi cerebellari a seguito di esercizi mirati. A tale scopo si è fatto presente come ancora carenti siano gli strumenti per la rilevazione e misurazioe delle conseguenze funzionali dei danni cerebellari e si è proposto di organizzare un workshop mirato nel prossimo futuro.

 

In conclusione il convegno ha rappresentato un momento assai rilevante nel processo di diffusione delle conoscenze rapidamente accumulatesi nel campo delle sindromi atassiche, che troppo spesso sono rimaste patrimonio di un gruppo ristretto di “addetti ai lavori”. Il gradimento della inziativa fra il pubblico dei clinici neurologi, specialmente più giovani, ne è stato la riprova più evidente suggerendo la opportunità di prevedere nuovi convegni di aggiornamento a intervalli regolari nei prossimi anni.

 

4 – EuroATAXIA

Relazione sul Meeting Euro-ataxia  2002 Spoleto 6 - 8 Ottobre 2002

A cura della Delegata AISA per l’Italia Federica Crimaldi

Il meeting Euro-ataxia 2002  tenuto a Spoleto è stato un grande successo sia per i contenuti che per la grande partecipazione. Sono state registrati 250 partecipanti tra Delegati europei ed associati italiani. L'AISA ha voluto che  gli associati italiani potessero essere presenti. E questa è stata una grande novità per Euro-ataxia. Negli anni precedenti hanno partecipato i delegati ed un numero di associati nazionali estremamente limitato. I Delegati europei sono rimasti piacevolmente colpiti dal luogo molto bello e dalla capacità organizzativa dell'AISA. Hanno molto apprezzato l'idea di organizzare il Meeting annuale affiancato ad un congresso internazionale di Neurologia. Ed il consiglio ha valutato che potrebbe essere replicato ogni anno per dare,in tal modo, visibilità ad Euro-ataxia. Un'altra grande novità è stata la formulazione di un programma in cui fossero presenti non solo le Relazioni scientifiche sulle Atassie ma anche la trattazione di argomenti sociali,e, momenti di aggregazione. Domenica 6 i lavori si sono svolti in seduta congiunta. Le due Letture magistrali sono state molto apprezzate ed al termine ci sono state molto domande da parte dell'auditorio. Per dare un eccezionale benvenuto agli ospiti è stato organizzato un concerto di musica barocca suonato dalla VERTUOSA COMPAGNIA DE' MUSICI DI ROMA nella bellissima Chiesa di San Pietro. E dopo il concerto c'è stata la magnifica cena nel ristorante Zengoni con l'accompagnamento musicale del gruppo " BOH !? for AISA ". Lunedì 7 il Dottor E.Brunt,Vicepresidente di Euro-ataxia e membro della commissione medica, e la Dottoressa S.Piacentini,membro della commissione medica dell'AISA,hanno presentato due Relazioni sulle Atassie Dominanti. Nella seconda parte della mattinata è stato presentato in convegno molto seguito,sia dagli associati italiani che dai Delegati europei su " Spoleto città accessibile" e sulla Disabilità . Sono intervenuti il Sindaco di Spoleto,il Vicesindaco di Spoleto,la Responsabile alle attività culturali A.Quondam,l'Assesore con delega per l'handicap,che hanno presentato il progetto di Spoleto per rendere la città accessibile ai disabili, e G.Griffo,delegato del Comitato Nazionale Disabilità nell'European Disability Forum, che ha parlato della situazione attuale dei Disabili in Europa in relazione alle raccomandazioni date dal Parlamento Europeo ed alle attuazioni degli Stati membri. Nel pomeriggio di Lunedì si è svolto il consiglio di Euro-ataxia,al quale hanno partecipato i Delegati e gli associati interessati alla discussione. La discussione è stata molto vivace e proficua. E, dato il forte interesse delle associazioni nazionali a far diventare Euro-ataxia una realtà molto importante sia a livello politico che economico si è sviluppata una sinergia di azioni che ha spinto varie associazioni a cercare contatti per lavorare su progetti comuni. Come delegata italiana sono molto soddisfatta che ciò è avvenuto adesso dopo molti anni perché tutti i Delegati hanno visto come abbiamo potuto organizzare il congresso. Coloro i quali non hanno seguito i lavori del consiglio hanno potuto assistere ad una partita di calcio giocata a scopo benefico tra L'ATLETICO VAN GOOF e lo Spoleto Calcio,che si è salomonicamente conclusa in pareggio. La serata si è conclusa al Ristorante Zengoni dove si è creato un bellissimo clima grazie alla magnifica cena ed alla musica suonata dai "BOH!? for AISA". Martedì 8 il Dott. C.Casali,Presidente di Euro-ataxia e membro della commissione scientifica dell'AISA,e M.Koenig,genetista belga molto impegnato nella ricerca sull'atassia di Friedreich e nella sperimentazione dell'Idebenone,hanno presentato due relazioni molto seguite,data l'incidenza della malattia in Italia sull'atassia di Friedreich e sulle altre forme recessive. Dopo i ringraziamenti ed i saluti dei presidenti C.Rossetti e C.Casali ed i miei,come delegata italiana i lavori vengono chiusi.

Ritengo che il risultato di questo meeting sia estremamente positivo. Grazie all'aiuto di coloro i quali hanno avuto fiducia in noi niente di tutto ciò sarebbe stato possibile. Una delle soddisfazioni maggiori sono i molti messaggi di ringraziamento mandateCi via e-mail da molti associati che hanno vissuto a Spoleto molti momenti di gioia.

 

5 – La Comunicazione

Le attività di comunicazione sono iniziate di fatto nel 2001; infatti è del 27 settembre 2001 il primo articolo pubblicato da Il Messaggero sul Congresso che si sarebbe tenuto a Spoleto. I contatti con gli organi di informazione hanno portato alla pubblicazione di molti articoli su mensili, settimanali e quotidiani, e alla messa in onda di interventi su radio e televisioni. Rilevanti le interviste, i messaggi e gli spot trasmessi sui circuiti internazionali e nazionali da Radio Vaticana, Radio Rai 1, Radio Rai 2 nonché sulle emittenti radio private a diffusione nazionale quali RDS, Radio 101, ecc.; non sono mancate le citazioni o le immagini delle attività AISA sulle reti televisive, prima tra tutte Rai 3 Regionale in numerose regioni (Campania, Lazio, Liguria, Umbria, Veneto), moltissimi i passaggi sulle emittenti private Altissima visibilità è stata assicurata dai molti articoli e servizi anche video sui mezzi di informazione internet. L’evento realizzato con la Lega Calcio il 21 e 22 settembre  per aumentare la promozione della AISA in vista del Congresso, sembrava aver avuto poca visibilità invece abbiamo dovuto constatare che l’immagine delle nostre t-shirt indossate dai giocatori è passata moltissimo, rispetto a tutte le altre iniziative analoghe effettuate nel corso del campionato di calcio. Abbiamo visto il logo AISA per tre giorni in trasmissioni sportive e non, (addirittura nella sigla di apertura della trasmissione “Quelli che il Calcio – Rai 2 sul petto di Francesco Totti), sulle reti Rai, Mediaset, La7 e Stream (qui anche con approfonditi commenti). 6 le conferenze stampa in cui è stato promosso il Congresso di cui 2 dedicate e 4 utilizzate in maniera indiretta.

Conferenze d’appoggio: -4 aprile a Milano presso il Circolo della Stampa nell’ambito della conferenza stampa Telethon per una nuova scoperta sulla Atassia

A.T. -19 luglio a Castel Volturno (Napoli) Palazzo Comunale per la Partita con il Cuore -18 settembre a Bologna presso il Pala Dozza per l’Incontro di Basket Fortitudo – Progresso Castel Maggiore

-     3 ottobre a CastelGandolfo (Roma) presso il Centro Federale FICK per la presentazione attività AISASport

Conferenze dedicate: -25 settembre a Roma presso il Campidoglio - Sala della Protomoteca -30 settembre a Spoleto con cena per la stampa presso il Country

House Valle Rosa

Bilancio quindi estremamente positivo, in una fase in cui il disinteresse degli organi di informazione è cresciuto proporzionalmente al numero di comunicati trasmessi da associazioni grandi e piccole, ogni giorno le redazioni ne ricevono un numero impressionante e difficilmente selezionabile.

6 - Testimonials ed Eventi Collegati Testimonials

Giovanni Anversa (Giornalista e Conduttore Rai -moderatore conferenza stampa 25 settembre)Renato Olive e Marcello Castellini del Bologna F.C.Ana Valeria Dini, Gaetano Amato, Massimo BonettiI Cast delle fiction La Squadra e Il Posto al Sole -Rai 3Roberto Pedicini (Voce di Jack Folla e Gatto Silvestro)Marco Presta ed Antonello Dose (Radio Rai 2)La squadra Bignami Progresso Basket CastelMaggioreDario Pataccini (Giornalista e conduttore televisivo)

La squadra di calcio Atletico Van Goof (Rai2)
L’equipaggio di Dragon Boat di AISASport medaglia di Bronzo ai Mondiali
2002.

 

Eventi promozionali collegati

Giornata Mondiale dell’Atassia celebrata il 25 settembre a cura di tutte le Sezioni regionali, con iniziative musicali, culturali, di raccolta fondi con la distribuzione dei confetti forniti gratuitamente dalla Società Pelino di Sulmona seguita della sezione Abruzzo.

Ingresso in campo di tutte le squadre di calcio dei campionati di serie A e B con le t-shirt AISA e Lega Calcio INSIEME CONTRO L’ATASSIA nei giorni 21 e 22 settembre 2002

2 incontri di calcio Attori Rai 3 (La Squadra e Il Posto al Sole) contro Polizia di Stato a cura sezione Campania

1 incontro di Basket Skipper Fortitudo contro Bignami Progresso Castel Maggiore a cura sezione Emilia Romagna

1 Campionato di calcio amatoriale Club Italia, 1 Campionato di calcio Mundialido 2002 tra 12 squadre amatoriali estere a cura sezione Lazio

7 – AISA 2002 in cifre Partecipanti

270 ricercatori provenienti da tutto il mondo 60 relatori di rilevanza internazionale 250 tra pazienti, familiari e/o accompagnatori

Organizzazione

Nei 5 giorni dal 5 al 9 ottobre

28 volontari – 11 hostess – 4 traduttori simultanei – 6 tecnici audio video per un totale di 2600 ore uomo.

Negli ultimi 12 mesi

9 volontari (2 x 12 m. + 2 x 9 m + 3 x 5m + 2 x 2m) esclusi i volontari impegnati in attività promozionali collegate regionali, per un totale di 8400 ore uomo impegnate per:

                  - Segreteria

                  - Ufficio comunicazione

                  - Ricerca fondi

                  - Coordinamento generale, logistico, scientifico

                  - Promozione

 

Strutture ricettive nei 3 giorni

1 centro congressi – 2 sale congressuali da 300 e 250 posti – 1 sala poster 10 alberghi impegnati 3 ristoranti per un totale di 1575 pasti erogati.

Eventi nell’evento

1 Concerto di Musica Barocca a cura di AISAClassica eseguito dalla “Vertuosa Compagnia de’ Musici di Roma”

2 Spettacoli musicali a cura dei “Booh!? for AISA” 1 Partita di Calcio tra lo Spoleto I squadra ed l’Atletico Van Goof con inaugurazione dell’impianto di illuminazione dello Stadio Comunale

1 Convegno satellite “Spoleto Città Accessibile”

Mobilità

5 Autobus locali di cui 1 attrezzato con elevatore 4 auto 5 posti 3 Fiat Multiple 4 Fiat Ducato di cui 3 attrezzati con elevatori 3 Renault Trafic di cui 2 attrezzati con elevatore Per un totale di circa 15.000 Km. percorsi dal 4 al 9 ottobre ed oltre 30.000

nel corso degli ultimi 12 mesi.

Attrezzature tecniche

2 cabine per Traduzione Simultanea 400 cuffie traduzione simultanea 4 Impianti Audio completi 10 microfoni fissi e 4 portatili 2 Proiettori Video 4 Computer Portatili

Comunicazione

Ai mass media:

                  - 450 Telefax
 

                  - 900 e_mail
A medici ed associati:
 

                  - 8400 invii postali
Fax di servizio ed e_mail organizzative non quantificabili

Materiale Promozionale prodotto

4 Spot Televisivi 4 Spot Audio Radiotelevisivi

20.000 copie Programmi AISA 2002

6.000 copie Programmi EuroATAXIA 2002

1.000 copie Programmi Spoleto Città Accessibile

25.500 Schede di Registrazione/Prenotazione/Adesione

11.500 Buste vari formati

65.000 Volantini istituzionali 1050 Cartelline Stampa 470 Borse Congressi

2.000 Locandine 300 Manifesti

1.400 Presentatori in 4 soggetti 80 Cavalieri 500 Permessi di Parcheggio 4 Pannelli rigidi 70 x 100 20 Identificatori navette 3 Stendardi su spillo 15 Divise Autisti 850 t-shirt 50 Gagliardetti 20 Crest Eseguite circa 9.000 fotocopie

Utilizzati circa 3.500 fogli di carta intestata
Altro materiale di consumo e di cancelleria attualmente non quantizzabile.

 

 
 

Home |OriginiRassegna Stampa |Argomento 1999 - 2004- © AISA |Iniziative | Archivio | Abbonamenti | Leggi | Radio |Contatti

.